Domanda Consapevole e Domanda Latente

Domanda Consapevole e Domanda Latente

Nel mondo del web si possono avere illimitate strategie per avere visibilità, perchè gli strumenti a disposizione per il marketing si diversificano. Esistono due macro aree in cui è possibile intervenire: i motori di ricerca e i social network. Un processo di vendita è costituto sempre da più fasi, e a seconda di dove si trova l’utente sarà pianificata la nostra strategia.

Nella prima fase del funnel si trovano i cosidetti utenti “freddi”, coloro i quali hanno necessità di uno stimolo alla ricerca perchè il bisogno e le possibili soluzioni sono a loro sconosciute:  si parla di domanda latente, perchè l’utente ha bisogno di essere incuriosito, stimolato alla ricerca. Sicuramente in questa  fase la miglior strategia di webmarketing sono i social network.

Nella seconda fase del nostro funnel, si trovano utenti  cosidetti “caldi” che riconoscono di avere un problema e hanno le parole per ricercare una soluzione al loro bisogno ( potrebbero essere sia utenti che abbiamo stimolato nella prima fase, oppure utenti che hanno acquisito le conoscenze per effettuare quella ricerca), ecco perchè si chiama domanda consapevole. In questa fase l’utente utilizza i motori di ricerca per effettuare la ricerca al suo bisogno.
L’ultima fase del funnel indica la fase dell’azione, quindi della conversione da utente a cliente (  acquisto di prodotto, download di un prodotto digitale, iscrizione alla newsletter, etc…). e per arrivare a questa fase ovviamente sono necessarie delle strategie di webmarketing ben definite ( è chiaro che in ogni fase perderemo degli utenti, che non diventeranno per ora clienti, ma che potrebbero in un futuro attraverso nuove campagne)

E’ altrettanto importante sottolineare che  in una buona strategia webmarketing i principali canali ( Google e Facebook) devono essere utilizzati parallelamente. Che succede se una volta stimolato l’utente verso il mio prodotto non mi trova su Google? Semplice, abbiamo interroto il processo di acquisizione del potenziale cliente, che ormai incuriosito è andato alla ricerca  del prodotto/servizio e qualora non fossimo su Google il rischio è di portarlo dalla concorrenza ( che senza pianificazione, e senza pubblicità potrebbe ottenere un nuovo cliente).